MEMORIE DI MILANO. Da Arcimboldo a San Carlo attraverso i libri e le stampe

La mostra Memorie di Milano. Da Arcimboldo a San Carlo attraverso i libri e le stampe è organizzata in collaborazione con il Comune di Milano-Cultura, in occasione della mostra allestita fino al 22 maggio 2011 presso Palazzo Reale dal titolo Arcimboldo - Artista milanese tra Leonardo e Caravaggio.

Cosa dice e cosa pensa questa città, tramontato ormai il grande splendore della sua corte rinascimentale che l'aveva fatta conoscere in tutta Europa?

È ancora la splendida città che conobbe Leonardo?

A questi interrogativi vuole rispondere la mostra allestita dalla Fondazione Biblioteca di via Senato, che espone libri e documenti dei Fondi antichi per testimoniare il fermento culturale e spirituale di Milano nel momento in cui Arcimboldo nasce e si forma e che poi abbandona, chiamato alla corte di Vienna, come rinomato artista milanese.

La Milano del Cinquecento ci appare così già all'avanguardia, crocevia di culture diverse, crogiuolo di curiosità che si esprimono attraverso le opere dei personaggi che vi lavorano e operano.

Ma è anche la città che, con San Carlo, si volge pietosamente ai poveri e ai bisognosi, anticipando quel volontariato che ancora oggi la contraddistingue.

Una città in perenne trasformazione, come ai giorni nostri, dove le diverse facciate del Duomo ancora si sovrappongono e si succedono senza fine.

Oltre ai libri, sono presenti mappe e "gride" (gli avvisi del governatore) dell'Archivio di Stato di Milano, dipinti e stemmi della Veneranda Fabbrica del Duomo e del Museo di Milano.

Completano la mostra due video curati dal critico d'arte Philippe Daverio.

Attività

VISITA GUIDATA ALLA MOSTRA PER GRUPPI SCOLASTICI E ADULTI

Partendo dai libri, dalle stampe e dai documenti in mostra si intende ripercorrere la grandezza della città al tempo di Arcimboldo vissuto nell'ultimo momento di splendore di Milano prima del "grande sonno" seicentesco provocato dalla dominazione spagnola. Sotto Ferrante Gonzaga, primo governatore spagnolo, attraversa un periodo di grande crescita e sviluppo che porta a compimento molti progetti architettonici e artistici rinascimentali.
Durante la visita vengono analizzate le due culture che si confrontano a Milano in quel tempo: la cultura umanistica, che discende dalle idee rinascimentali, propugnata principalmente da Leonardo e portata avanti dai suoi seguaci (che ardono dal desiderio di conoscere e sperimentare, studiare e classificare, anche a costo di entrare a contatto con quelle che vengono chiamate "filosofie occulte", come magia, alchimia e astrologia) e la cultura religiosa, che reagendo all'umanesimo e alle nuove idee protestanti, viene teorizzata dal Concilio di Trento [1545-1563], e che a Milano, più che altrove, trova la completa attuazione nell'operato di San Carlo Borromeo (il Santo è l'esempio del nuovo sentimento religioso che spinge la Chiesa a invadere la sfera sociale e a essere più presente nella vita del popolo).
Durata: 50'
Costo: € 3 a partecipante

PASSEGGIATA CINQUECENTESCA

La vita, la pittura, le sperimentazioni di Giuseppe Arcimboldo ci permettono di rivivere la Milano del pieno Cinquecento, di scoprire le sue luci e le sue ombre nel passaggio dalla gloria del ducato sforzesco alla discussa dominazione spagnola, di incontrare celebri perso­naggi da Tommaso Marino a Carlo Borromeo. I percorsi e le conferenze che proponiamo, modulati sia per il pubblico adulto che per i gruppi scolastici, partiranno dai contenuti proposti in mostra per poi approfondire sul territorio arte e cultura del Cinquecento lombardo.

Visita guidata e passeggiata per i gruppi scolastici

Arcimboldo in città

Giuseppe Arcimboldo lavora per il duomo di Monza e per il duomo di Milano, avrà percorso molte volte le strade che da Porta Orientale lo conducevano nel centro di Milano: le percorreremo anche noi, riscoprendo cosa rimane della Milano del XVI secolo. Dopo aver visitato la mostra cammineremo lungo corso Venezia passando dal Palazzo del Seminario Arcivescovile voluto da San Carlo Borromeo, osserveremo la "crocetta" di Porta Orientale e il suo leggendario leone, raggiungeremo il Duomo per scoprire la vetrata di Santa Caterina - progettata dall'Arcimboldo - e le trasformazioni cinquecentesche, termineremo infine tra via Omenoni e Palazzo Marino, per ammirare due dei più interessanti esempi di architettura civile del XVI secolo.
Durata: 3 ore
Costo: € 90 + 1,20 a ragazzo per il noleggio obbligatorio delle radio cuffie in Duomo

Visita guidata e passeggiata per i gruppi di adulti

Cinquecento sacro

Dopo aver visitato la mostra seguiremo il percorso dal Seminario Arcivescovile al Duomo per approfondire le trasformazioni dell'arte sacra dall'età Rinascimentale al Manierismo all'interno della particolare situazione milanese che, grazie alla presenza colta e appassionata di San Carlo Borromeo, vide la concretizzazione degli ideali estetici del Concilio di Trento, espressi dallo stesso San Carlo nelle sue Istruzioni sull'edilizia e la suppellettile ecclesiastica. Durata: 2 ore e 30'
Costo: € 110 + € 1.20 per il noleggio obbligatorio delle radio cuffie in Duomo

Cinquecento profano

Dopo aver visitato la mostra, seguendo l'antica via dei Giardini (ora via Manzoni) e percorrendo alcune tra le vie adiacenti cercheremo le tracce dell'urbanistica e dell'architettura cinquecentesca nel tratto urbano che dai bastioni spagnoli riconduceva nel cuore della città ducale. Incontreremo i cinquecenteschi Palazzi Bigli, Orsini, Talenti di Fiorenza, per arrivare ai più celebri Casa degli Omenoni e Palazzo Marino. Il percorso si concluderà in Piazza dei Mercanti, davanti allo storico Palazzo dei Giureconsulti.
Durata: 2 ore e 30'
Costo: € 110

Conferenza per singoli visitatori e gruppi

Arte e alchimia

Le bizzarrie dell'Arcimboldo, gli esperimenti chimico-alchemici di Parmigianino e di Domenico Beccafumi, le iconografie complesse e simboliche di Cosmè Tura e della scuola ferrarese del Quattrocento, di Albrecht Dürer e del visionario Hieronymus Bosch. Intraprendiamo un viaggio per immagini nell'arte "magica" tra rinascimento e manierismo.
16 maggio 2011 – h. 18.00

Milano dagli Sforza agli spagnoli

Ricostruiamo grazie alla pittura e alla fotografia l'aspetto di Milano nel Cinquecento, un secolo di grandi trasformazioni che ha lasciato una traccia indelebile nel tessuto urbano. Dalle Mura spagnole agli splendidi affreschi di San Maurizio, dalla Fabbrica del Duomo alla Certosa di Garegnano viaggiamo senza muoverci nella città dell'Arcimboldo.
30 maggio 2011 – h. 18.00

Le conferenze per i visitatori singoli si terranno presso l'Aula Magna della Biblioteca di via Senato, con ingresso libero senza prenotazione fino a esaurimento posti.

Le conferenze sono prenotabili inoltre su richiesta, per gruppi scolastici o adulti al n. 02-76215323-318.

NB: TUTTI i gruppi (scolastici e pubblico adulto) che intendano visitare la mostra liberamente o con una propria guida, hanno l'obbligo di prenotare anticipatamente l'ingresso. La prenotazione e l'ingresso alla mostra sono gratuiti.

Fotogallery

 

Tempi e luoghi

Fondazione Biblioteca di via Senato
La mostra rimarrà aperta dal 5 maggio 2011 al 23 ottobre 2011.
Dal martedì alla domenica ore 10.00-18.00
LUNEDI' CHIUSO

Catalogo della mostra

MEMORIE DI MILANO
Da Arcimboldo a San Carlo nei libri e nelle stampe
Traduzione italiano
Mese di pubblicazione maggio 2011
Formato 250x280 mm. n.20 illustrazioni a colori. Pagine 118 Legatura brossura con alette. Codice ISBN 978-88-96040-02-7. Prezzo € 40,00

Il catalogo viene pubblicato in occasione della mostra allestita presso la Biblioteca di via Senato da maggio a ottobre 2011. La Milano del Cinquecento è terreno fertile che respira ancora le geniali influenze di Leonardo da Vinci, e dà forma alle opere degli artisti che fanno della città la capitale della cultura umanistica in cui si forma Arcimboldo, prima del "grande sonno" provocato dalla dominazione spagnola.

Milano è anche la città in cui San Carlo si volge ai poveri e ai bisognosi, dando avvio ad una Chiesa "attenta al sociale", che si pone come seria alternativa al potere secolare dell'Impero.

Il catalogo è inoltre arricchito da riproduzioni di libri, documenti, stampe, mappe e dipinti tra i più rappresentativi a illustrare il periodo di Milano capitale.

Download

Scheda catalogo
Invito alla mostra

Depliant