News

«la Biblioteca di via Senato» è la pubblicazione mensile di bibliofilia e storia delle idee della Fondazione Biblioteca di via Senato.

Nata nel 2009, la rivista racconta, mese dopo mese, il variegato e straordinario mondo dei libri antichi e moderni, delle biblioteche e degli editori, degli autori e dei lettori. Attenta non solo al libro come 'oggetto' ma anche come 'contenitore' di idee, «la Biblioteca di via Senato» ha anche l'ambizione di raccontare la storia dell'uomo e del farsi della libertà nell'Europa occidentale, sino ai nostri anni, attraverso la battaglia delle idee innescata dai libri.

Pubblicazione di rigorosa scientificità, alla quale collaborano alcuni dei più importanti studiosi e accademici italiani e non, «la Biblioteca di via Senato» fa uso di un linguaggio di alta divulgazione, senza inutili tecnicismi, e di una ricerca meticolosa della bellezza dell'impaginato e della ricerca grafica.

 


 

Direttore
Gianluca Montinaro

Vicedirettore
Antonio Castronuovo

Comitato scientifico
Claudio Bonvecchio; Antonio Castronuovo; Massimo Gatta; Gianluca Montinaro; Giorgio Nonni; Giancarlo Petrella; Giovanni Puglisi; Ugo Rozzo; Giuseppe Scaraffia

Progetto grafico
Elena Buffa

Coordinamento segreteria e pubblicità
Margherita Savarese

ISSN 2036-1394

 


 

» Scarica il numero corrente de «la Biblioteca di via Senato»

» Archivio - scarica i numeri antecedenti

» Abbonati a «la Biblioteca di via Senato» e ricevi a casa tutti i numeri

» «la Biblioteca di via Senato» - codice etico

«la Biblioteca di via Senato» - Mensile di bibliofilia e storia delle idee

«la Biblioteca di via Senato» è un mensile di bibliofilia e storia delle idee. La rivista è particolarmente attenta a tutto ciò che ruota attorno all'oggetto 'libro' (storia del libro, vicende editoriali, studi sulla tipografia…) ma, altresì, a tutto l'universo l’ideale (storico, filosofico, scientifico…) che i libri portano in sé.

«la Biblioteca di via Senato» considera di particolare interesse lo studio delle implicazioni fra libro e Storia (fra XV e XIX secolo) nella convinzione che il primo, come espressione di individualità, sia motore della seconda. Scrive Paolo Sarpi che «la materia de' libri par cosa di poco momento perché tutta di parole, ma da quelle parole vengono le opinioni nel mondo, che causano le parzialità, le sedizioni e finalmente le guerre»: ispirandosi a questo enunciato «la Biblioteca di via Senato» intende percorrere gli infiniti sentieri che legano libro e Storia, alla ricerca di chiavi che gettino luce sul passato.

La rivista pubblica anche recensioni, notizie e aggiornamenti bibliografici, proponendosi come luogo di dibattito, aperto a interessi e competenze diverse.

CODICE DI COMPORTAMENTO

Il direttore e i collaboratori de «la Biblioteca di via Senato» e delle altre pubblicazioni e collane facenti capo alla Fondazione Biblioteca di via Senato svolgono il loro lavoro all'insegna del rispetto dei principi etici condivisi dalla comunità accademica internazionale, ispirandosi alle raccomandazioni del COPE (Committee on Publication Ethics).

Il direttore è responsabile della scelta dei materiali pubblicati e opera affinché le pubblicazioni incontrino le esigenze di autori e lettori. Il direttore è altresì garante della validità dei lavori pubblicati, del rispetto della libertà di espressione, della correttezza nella diffusione dei dati, dell'indicazione completa e totale delle fonti bibliografiche usate per le ricerche.

La direzione si impegna affinché i manoscritti selezionati siano sottoposti a revisione obiettiva da parte di esperti, secondo il metodo della peer review. La scelta dei testi da pubblicare si baserà esclusivamente sulla loro qualità scientifica, sulla loro originalità, sulla chiarezza dell'esposizione e sulla pertinenza.

Il direttore e i collaboratori si impegnano a tutelare la riservatezza dei materiali proposti per la pubblicazione, a sorvegliare sull’esistenza di conflitti di interesse e a proteggere l'identità di revisori e autori.

«la Biblioteca di via Senato» e le altre pubblicazioni e collane facenti capo alla Fondazione Biblioteca di via Senato si impegnano a incoraggiare il dibattito scientifico, attraverso la garanzia del diritto di replica e la disponibilità a pubblicare studi che mettono in discussione articoli o lavori precedenti.

Pagina in costruzione

Abbonamento a:

«la Biblioteca di via Senato»
mensile di bibliofilia e storia delle idee

Italia: 50 euro, annuale (undici numeri)
Estero: 60 euro, annuale (undici numeri)

Il pagamento può essere effettuato tramite bonifico bancario, sul conto corrente: IT67G0760101600001031448721

intestato a: Fondazione Biblioteca di via Senato

Una volta effettuato il pagamento comunicare i propri dati, comprensivi di indirizzo e codice fiscale, a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Pagina in costruzione

Pagina in costruzione

Pagina in costruzione

La Fondazione Biblioteca di via Senato è un'Istituzione culturale nata nel 1997, con sede in via Senato, nel pieno centro di Milano.

Il suo scopo principale - come da Statuto - è quello di «perseguire finalità di istruzione ed educazione» attraverso la diffusione della cultura, con particolare attenzione allo studio del 'libro' in tutte le sue declinazioni. Per fare ciò la Fondazione Biblioteca di via Senato si avvale delle proprie raccolte librarie (catalogate e divise in Fondi, consultabili dal pubblico), delle proprie pubblicazioni (il mensile di bibliofilia e storia delle idee «la Biblioteca di via Senato», la collana "Biblioteca dell'Utopia", la collana "Piccola Biblioteca Umanistica"...) e della vasta serie di attività culturali organizzate durante l'anno (conferenze, convegni, giornate di studio...), anche in collaborazione con altre Istituzioni nazionali e internazionali di riconosciuto prestigio.

La Fondazione Biblioteca di via Senato pone, alla base del proprio operare, la libertà di pensiero e la salvaguardia della dignità della persona come valori irrinunciabili perché solo in questi termini può esserci crescita individuale e spirituale.


Organigramma

Presidente
Marcello Dell'Utri

Direttore
Gianluca Montinaro

Direzione amministrativa e segreteria
Margherita Savarese

Servizi generali
Gaudio Saracino

La Fondazione Biblioteca di via Senato è un'Istituzione culturale nata nel 1997, con sede in via Senato, nel pieno centro di Milano.

Il suo scopo principale - come da Statuto - è quello di «perseguire finalità di istruzione ed educazione» attraverso la diffusione della cultura, con particolare attenzione allo studio del 'libro' in tutte le sue declinazioni. Per fare ciò la Fondazione Biblioteca di via Senato si avvale delle proprie raccolte librarie (catalogate e divise in Fondi, consultabili dal pubblico), delle proprie pubblicazioni (il mensile di bibliofilia e storia delle idee «la Biblioteca di via Senato», la collana "Biblioteca dell'Utopia", la collana "Piccola Biblioteca Umanistica"...) e della vasta serie di attività culturali organizzate durante l'anno (conferenze, convegni, giornate di studio...), anche in collaborazione con altre Istituzioni nazionali e internazionali di riconosciuto prestigio.

La Fondazione Biblioteca di via Senato pone, alla base del proprio operare, la libertà di pensiero e la salvaguardia della dignità della persona come valori irrinunciabili perché solo in questi termini può esserci crescita individuale e spirituale.

Biblioteca

Cuore pulsante della Fondazione Biblioteca di via Senato è la sua Biblioteca. In adeguati spazi sono conservati gli oltre centomila volumi che compongono la collezione. Liberamente consultabile dal pubblico, la collezione è suddivisa in Fondi tematici, catalogati con cura secondo le più moderne norme di biblioteconomia. Nella scheda, di ogni volume o manoscritto viene fornita, con scrupolosa attenzione, una descrizione d'esemplare, anche attraverso una ricognizione delle sue proprie caratteristiche: provenienza, legatura, postille, marginalia...

La Biblioteca di via Senato non è una biblioteca 'generalista' ma raccoglie e conserva titoli - sia moderni, sia antichi, alcuni dei quali molto rari - nelle seguenti aree di studio: bibliografia, bibliologia, storia del libro, utopia, storia del pensiero politico, letteratura italiana ed europea, storia, filosofia, storia dell’impresa, nonché pubblicazioni di particolare pregio artistico.

Fondi

» Archivio Malaparte
» Archivio Martini
» Fondo Bibliografico
» Fondo della Contestazione
» Fondo di Fantascienza
» Fondo di Storia dell'Impresa in Italia dall’Unità a oggi
» Fondo Sommaruga
» Fondo dannunziano Sorge Delfico

Organigramma

Presidente
Marcello Dell'Utri

Direttore
Gianluca Montinaro

Direzione amministrativa e segreteria
Margherita Savarese

Servizi generali
Gaudio Saracino

Sottocategorie

La Fondazione Biblioteca di via Senato è un’Istituzione culturale nata nel 1997, con sede in via Senato, nel pieno centro di Milano.

Le sue raccolte librarie, a oggi, ammontano a circa centomila volumi, suddivisi in Fondi. Fra le molteplici attività promosse si segnalano la pubblicazione del mensile di bibliofilia e storia delle idee «la Biblioteca di via Senato» e la collana "Piccola Biblioteca Umanistica" (stampata in collaborazione con l'editore Olschki).